Il face restoration: il lifting della pausa pranzo

 

IMG_9457

Il trattamento che introduco quest’oggi  viene chiamato  “Face restoration” una tecnica molto in voga tra le star di Hollywood (vedi Kim Kardashian) eseguibile in ambulatorio e ideale per ridare i giusti volumi al viso.  Spesso e volentieri  le pazienti si approcciano con diffidenza alle novità, poiché non è sempre faciale abbandonare la strada vecchia per la nuova, chi si trova bene con un deterninato trattamento se ne affeziona e lo vedo adatto a se forever.

La mia ricerca sul campo dell’innovazione nell’ambito della medicina estetica mi porta a introdurre costantemente delle migliorie e  “Face restoration” è una di queste.

Ma vediamo insieme come funziona: a seguito di un check-up del viso insieme alla paziente si valuta il tipo di lavoro da eseguire in modo da ottimizzare con naturalezza il tutto. Atterverso una microcannula estremamente flessibile, mi è possibile  intervenire con fillers (acido jaluronico e/o collagene) su alcune parti del viso difficilmente raggiungibili in altra maniera, come per esempio lo zigomo. In questo caso divido in quattro parti creando una proporzinalità così detta a “diamate” ultimamente considerata molto sensuale!!!

In soli 10 minuti il viso ritrova la sua tonicità naturale ed una ridefinizionei dei contorni e pazienti   sono sempre molto soddisfatte.

Per maggiori info visitate il nostro sito www.istitutodermoestetico.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *