Un seno alto e sodo senza ricorrere alle protesi! L’ autoprotesi mammaria.

IMG_2106

Dopo la recente introduzione delle nostre tecniche di mastoplastica “soft” e “anatomic masto”, torniamo a parlare di chirurgia del seno, uno tra gli interventi di chirurgia estetica più richiesti al fine di armonizzare la figura femminile. Le variazioni del volume delle mammelle si posso verificare in particolare dopo la gravidanza e l’allattamento o dopo notevoli riduzioni di peso corporeo conseguenti a diete drastiche. Questo determina uno svuotamento del seno, con involuzione della ghiandola mammaria e un cedimento della pelle sovrastante, fenomeno noto con il termine di “ptosi” mammaria, che indica lo spostamento della mammella verso il basso. Quando la ptosi è limitatasi può suggerire di ricorrere ad una mastopessi con autoprotesi. Di cosa si tratta? Dell’utilizzo della propria ghiandola mammaria al fine di riportare “in su” il seno, senza dover ricorrere all’utilizzo della protesi! Questo intervento è adatto per le donne che presentano delle dimensioni medio-grandi della mammella e che vogliano ottenere un bel seno, con un effetto naturale, evitando l’impianto di protesi.

 Per maggiori info: www.drurtisclinic.com