Rifatti e disfatti: tutti gli eccessi della chirurgia delle Star di Hollywood!

Cari amici e amiche di NotOnlyStar, oggi cercheremo di trattare uno degli argomenti più gettonati dalle amanti del gossip: i vip rifatti, come erano prima, e come appaiono dopo l’intervento miracoloso.
Ebbene sì, perché in fondo ci fa sempre piacere scoprire che un bel personaggio famoso, in realtà, al naturale non è poi così bello e perfetto come appare grazie all’intervento del chirurgo plastico.
I vip che hanno fatto ricorso alla chirurgia estetica per migliorare o in alcuni casi per peggiorare alcuni punti del proprio corpo sono davvero moltissimi, ma quali sono i casi più eclatanti? Oggi abbiamo deciso di scoprirlo, fateci sapere cosa ne pensate!

Iniziamo la nostra carrellata di vip rifatti con l’ attrice Tori Spelling.

Unknown-3

Tori Spelling. Dalle nostre parti ce la ricordiamo soprattutto nei panni di Donna in Beverly Hills 90210.
Erano gli anni 90: bei tempi. La Spelling non è mai stata una dea, ma almeno era guardabile. Ora è famosa per avere uno dei peggiori seni rifatti di tutta la California. Tuttavia oggi esistono diverse tecniche per aumentare il seno in maniera naturale senza ricorrere alla chirurgia e quindi senza l’utilizzo di protesi.
La più efficace e conosciuta è il lipofilling.
Proprio nella nostra ciccia si trova la chiave di questa tecnica rivoluzionaria. Il paziente viene sottoposto a un’estrazione del grasso per aumentare naturalmente la dimensione del seno.
Questo metodo ha l’obiettivo di aumentare il volume del seno con il grasso dall’addome, fianchi o cosce. Il tutto coadiuvato dall’uso delle cellule staminali, che servono a completare il riempimento del seno.
Uno dei maggiori vantaggi di questa nuova tecnica per aumentare le dimensioni del seno è quello di sostituire completamente l’uso del silicone o delle protesi artificiali. Così, a differenza di quanto accadeva con gli interventi tradizionali, diminuisce fortemente il rischio di rigetto.
Un altro grande vantaggio sta nel fatto che la tecnica non necessita in nessun caso di sottoporre il paziente ad anestesia generale. L’anestesia locale è più che sufficiente per garantire l’igiene e un intervento indolore.

 

Unknown-5

Meg Ryan. E’ senz’altro una delle pioniere dei disastri da chirurgia estetica. Ricordate tutti quanto era delizioso il suo faccino fresco e vivace in “Harry ti presento Sally?”. Era lei la fidanzatina d’America, e probabilmente non sarebbe neanche invecchiata male. Invece con gli anni il suo marchio di fabbrica sono diventate le atroci labbra a canotto, associate al più classico dei lifting e agli ormai inflazionatissimi zigomi rifatti. Più che una faccia un mascherone di gomma.
La novità del momento per chi desidera labbra carnose ma al tempo stesso naturali è l’aumento volumetrico con Permalip, una struttura in silicone solido morbidissimo con forma affusolata che si inserisce all’interno del labbro superiore ed inferiore.
E’ finalmente possibile quindi ottenere un aumento volumetrico del labbro stabile, permanente, senza le controindicazioni e gli effetti collaterali che si sono manifestati nel passato
L’impianto è infatti facilmente rimuovibile e non determina complicazioni a livello delle labbra. L’impianto è prodotto in diverse lunghezze e volumi, in maniera tale da poter adattare il trattamento alle più diverse condizioni di base della paziente. Permalip è di silicone soffice solido senza gel all’interno, quindi non può avere perdite o rompersi.

 

Unknown-6Elthon John. Tutti ricordiamo i famosi capellini abbinati a occhiali stravaganti che Sir Elton John usava nei concerti. La ragione della copertura del capo era certamente legata ad una calvizie piuttosto profonda. Ecco però che la mano di un sapiente chirurgo ha impiantato un numero sufficiente di capelli a far ostentare una folta capigliatura. Elton John è uno dei più grandi cantanti del suo genere della storia della umanità e si preoccupa dei capelli…Qualcosa vorrà dire! Il trapianto di capelli entra nell’olimpo dei ritocchi musicali.
L’autotrapianto con tecnica mini F.U.E. (Estrazione di Unità Follicolari) è uno dei possibili rimedi alla caduta di capelli. Tecnicamente è un trattamento tricologico chirurgico utile all’infoltimento capelli. Dunque non serve a far ricrescere i capelli, ma a rinfoltirli prendendoli da aree della cute dove ce n’è in abbondanza. L’autotrapianto FUE consiste nel prelevare i capelli uno per volta dalla zona della nuca, per poi innestarli nell’area del cuoio capelluto che si intende rinfoltire.
Il motivo per cui l’autotrapianto di capelli F.U.E. funziona meglio delle altre tecniche chirurgiche è che ad essere prelevati sono i follicoli (le intere unità follicolari) che li contengono. Una volta estratti, follicoli e capelli vengono immediatamente trapiantati nella zona diradata. Il vantaggio dell’autotrapianto è l’impossibilità di qualunque reazione di rigetto da parte dell’organismo perché i follicoli vengono prelevati dal paziente stesso.

 

A cura di

Alessandro Magni

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *